Piacere, mi chiamo sfortunata.

Rieccomi qua
Okay, probabilmente non ci saranno molte persone connesse perché sono le 00:37, ma la voglia di scrivere, anche qualcosa di stupido, è troppa.
Sinceramente non so proprio che dire, quindi buh scrivo tutto ciò che mi passa per la testa.
Visto che questo diventerà il mio migliore amico dovrei iniziare a confidarmi.
Magari inzio parlando di quest’anno che sembrava non finire più..0Diciamo che è stato un anno abbastanza pesante per me
Tutto è iniziato a fine ottobre con una semplicissima febbre durata una settimana che poi nel giro di poco tempo ha cominciato a venire sempre più spesso soprattutto in contemporanea al mio ciclo mestruale. C’è da fare una piccola parentesi, io e le mestruazioni siamo siamo ‘NEMICI PER LA PELLE’, nel senso che io sto male prima, durante e dopo. Vi risparmio i sintomi perché non ho aperto questo blog per parlare dei miei disturbi durante il ciclo mestruale. Torniamo alla febbre, era sempre più continua e la temperatura saliva ogni volta sempre più in alto e in oltre c’erano anche altri sintomi: mal di pancia, vomito (ew) e svenimenti. Insomma era un inferno. Non avevo un attimo di pausa, massimo quattro/cinque giorni al mese. Nel frattempo iniziai a parlare tutto il giorno, tutti i giorni con un ragazzo di un’altra città (che chiamerò Ciccio) e niente, diventammo sempre più amici, sempre più legati.. tanto che iniziammo a definirci migliori amici.
A dicembre andai in ospedale per capire cosa avessi, ma nulla. Era tutto apposto.
Per i medici stavo BENE. Ma nel frattempo io mi chiedevo “per quale motivo gli esami dicono che sto bene quando in realtà non è così?”
Ormai non avevo più vita sociale, non andavo più a scuola, stavo sempre a casa mia, dei miei nonni o in giro per gli studi dei medici. Non voglio parlare del mio aspetto psicologico. Ero distrutta, sia dentro che fuori. Infatti feci anche delle sedute con uno psicologo, ma lui non ha ‘trovato’ nulla. Era tutto apposto, ancora. Mio nonno fu operato al cuore. Wow. Di bene in meglio eh?
Passate le vacanze di Natale ritornai a scuola. Inizialmente andò tutto bene, ma poi arrivò ‘Agnese l’amica di ogni mese’ yeee.
Come al solito mi venne la febbre, ma questa volta per 17 giorni.
Dopo i DICIASSETTE giorni di febbre diciamo che mi ripresi. Passarono più o meno due settimane e stavolta arrivarono i dolori allo stomaco. Non avevo pace.
Allora decisi insieme ai miei genitori di andare in ospedale. Lì mi fecero degli esami e mi diagnosticarono un’ EPIGASTRALGIA DA REFLUSSO. Mamma mia che parolona.
Rimasi in ospedale per tre settimane. Già eravamo ad aprile. ”E adesso? Con la scuola? Come faccio?” Questo era ciò che mi chiedevo un giorno sì e l’altro pure. Nel frattempo con “Ciccio” ci eravamo dichiarati il nostro amore, ma lui era già fidanzato e per colpa della sua ragazza molto gelosa (doppio ew), abbiamo smesso di parlare
Torniamo alla scuola. Insomma, diciamoci la verità: come posso recuperare dopo aver saltato più di tre mesi di spiegazioni?

Allarme batteria scarica.
Un bacio

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s